Psicosi terremoto: genitori non iscrivono figli in scuole non sicure

Psicosi terremoto: genitori non iscrivono figli in scuole non sicure

0
CONDIVIDI

Al via delle iscrizioni online dei propri figli per il prossimo anno scolastico si è subito dimostrata una precisa tendenza.

I genitori non iscrivono i figli in scuole non a norma per quanto riguarda la sicurezza in ambito sismico.

Considerate le numerose scosse che si sono succedute dall’estate scorsa, la situazione generale di sicurezza è la prima cosa che i genitori dei bambini residenti nelle zone colpite e limitrofe del terremoto calcolano e considerato.

Addirittura ci sono casi in cui scuole particolarmente vecchie, ricavate da vecchi palazzoni in qualche borgo antico dell’entroterra umbro o marchigiano, non hanno ricevuto nemmeno una registrazione.

scuole

Sicuramente il passa parola tra genitori sarà determinante, infatti lo scambio di informazioni in questi casi è molto fitto e rischia anche di perdere veridicità in alcuni casi.

Ma la situazione è questa: i genitori italiani non iscrivono i figli in scuole che non rispettano le condizioni per essere considerata una scuola a norma.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO