Una mamma mi ha fatto notare di essere indietro con il programma...

Una mamma mi ha fatto notare di essere indietro con il programma rispetto alla Scuola del nipote

0
CONDIVIDI

Vi racconto questa: oggi mi ferma la mamma di un mio alunno, anche molto bravo e soprattutto socievole con forte senso empatico, molto allarmata per aver scoperto una cosa: suo nipote che ha la stessa età del figlio, quindi entrambi in 4 elementare, ha fatto molti più argomenti rispetto a quelli che abbiamo fatto noi in classe, dicendolo con un tono di sorpresa, come se il figlio stesse seguendo un tragitto formativo lento e povero in termini di contenuti.

Con tutta la pazienza, ho cercato di spiegare la differenza tra conoscenze e competenze, delineando il fatto che non importa fin dove arrivi (anche se ovviamente io ho un programma da seguire) ma è decisamente più importante quante competenze sviluppiamo in un argomento.

Per assurdo: se gli egizi mi permettono di sviluppare gran parte delle competenze richieste, potrei rimanerci anche 4 mesi!
Non mi ha creduta…

programma

Dopo aver scritto questo post sulla mia pagina facebook, ho letto questo commento:

Hai voglia a far loro capire che conoscere non significa solo elencare date e fatti ma soprattutto capirne dinamiche, cause ed effetti… quanto vorrei che la storia non fosse insegnata in maniera lineare ma per tematiche… almeno alle superiori… avessero spiegato a me che le vicende del mondo antico sono un validissimo spunto per comprendere quelle del mondo moderno ( politicamente, demograficamente, culturalmente parlando, ecc.). Quanto più affascinante sarebbe il passato ( e l’interessamento alla politica di oggi) per i bambini-ragazzi? Scusate lo sfogo da educatrice museale e da genitore.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO